I Benefici dello Yoga

I Benefici dello Yoga

Nella vita quotidiana, contrassegnata da ritmi sempre più frenetici, trovare un modo efficace per ritrovare un equilibrio tra mente e corpo e migliorare il benessere psicofisico sono diventate priorità per molti. 

I benefici dello Yoga sono una soluzione concreta per riuscire a raggiungere tali obiettivi attraverso l'armonizzazione di corpo e mente, l’unione di movimento, respirazione e meditazione.

In questo articolo, esamineremo in dettaglio i benefici pratici che lo yoga può offrire. Dalla migliorata flessibilità e resistenza fisica al controllo dello stress e alla chiarezza mentale, lo yoga si dimostra un alleato concreto nella promozione della salute globale. In questo articolo abbiamo già approfondito dei benefici dello yoga per il lavoro.

Scopriamo come questa disciplina antica possa essere facilmente integrata nella vita quotidiana, offrendo vantaggi tangibili per chiunque voglia migliorare il proprio stato di salute.

La pratica dello Yoga

Nel vasto panorama delle discipline orientali finalizzate al benessere fisico e mentale, lo yoga emerge come un'arte millenaria capace di armonizzare corpo e spirito attraverso una pratica olistica. Alla base ci sono 8 arti o passi che ogni yogi rispetta: 

  1. Yama: la morale universale – il nostro atteggiamento nei confronti di ciò che ci circonda (persone e cose);
  2. Niyama: le osservanze personali – come ci relazioniamo a noi stessi interiormente;
  3. Asana: posizioni e posture del corpo;
  4. Pranayama: il controllo del Prana (respiro) tramite esercizi di respirazione;
  5. Pratyahara: il ritiro dei sensi – contribuisce a calmare la mente, controllarla e a controllare i nostri 5 sensi;
  6. Dharana: concentrazione e coltivazione della nostra consapevolezza interiore;
  7. Dhyana: la meditazione;
  8. Samadhi: l’unione con il divino – quello che erroneamente definiremmo ‘il nirvana’.

I Benefici dello Yoga 

Aumento della flessibilità

Il miglioramento della flessibilità è uno dei benefici dello yoga più evidente. Attraverso una serie di asana (posizioni yoga) contribuisce ad allungare e rafforzare i muscoli, portando a una maggiore flessibilità e mobilità articolare. La flessibilità non è solo fisica ma anche mentale: si diventa più flessibili verso gli altri ma soprattutto verso sé stessi. 

Lo yoga prevede alcune posizioni di stretching mirate che favoriscono l'allungamento muscolare e l'incremento della mobilità articolare.

Miglioramento della postura 

Avere una buona postura è fondamentale. Lo yoga aiuta a rafforzare i muscoli posturali, che aiutano a mantenere una postura eretta e bilanciata, riducendo il rischio di problemi muscoloscheletrici nel lungo termine. 

Numerose posizioni yoga, come il guerriero I (Virabhadrasana I), il triangolo (Trikonasana), il piegamento in avanti da seduto (Paschimottanasana) e la più conosciuta Sukhasana, ovvero la posizione comoda, promuovono l'allineamento corporeo e una corretta postura.

Aumento dell’equilibrio

L’equilibrio è essenziale nella vita di tutti i giorni, nello svolgimento di semplici movimenti come raccogliere qualcosa dal pavimento oppure scendere le scale.

Inoltre, è dimostrato come lo yoga si riveli benefico anche per migliorare l'equilibrio degli atleti nella pratica di altre discipline sportive.

Esistono molteplici posizioni di equilibrio: in piedi, su una gamba o addirittura sulla testa. 

Riduzione dello Stress 

Lo yoga è noto per la sua efficacia nel combattere l’ansia e lo stress.

La combinazione di respirazione controllata e movimenti fluidi aiuta a calmare il sistema nervoso, riducendo i livelli di cortisolo, l'ormone dello stress.

Una componente chiave nella riduzione dello stress è la pratica del rilassamento profondo. La meditazione guidata e la consapevolezza durante la pratica favoriscono un senso di calma interiore.

Secondo uno studio del 2011 pubblicato sull’International Journal of Yoga la pratica incoraggia a rilassarsi, a rallentare il respiro e a concentrarsi sul presente, spostando così l'equilibrio dal sistema nervoso simpatico e dalla risposta di fuga o di lotta, al sistema parasimpatico e alla risposta di rilassamento. Quest'ultima rallenta la respirazione e la frequenza cardiaca, diminuisce la pressione sanguigna, abbassa i livelli di cortisolo e aumenta il flusso sanguigno verso l'intestino e gli organi vitali.
Tra gli asana che contribuiscono e aiutano a raggiungere uno stato di rilassamento troviamo:  

  • Ananda Balasana è la posizione del bambino felice – in sanscrito ananda significa “felicità” e balasana è letteralmente la posizione del bambino.
  • Sukhasanasukha significa "gioia", benessere, in Padmaasana, padma significa "loto"; asana è ormai un termine noto a tutti. Se sukhasana rappresenta il primo gradino delle posizioni sedute, padmasana ne rappresenta l’ultimo.
  • Tadasana, la posizione della montagna.
  • Shavasana, la posizione del cadavere

Ricordiamo che in quest’ultima posizione possiamo utilizzare uno stile Yoga Nidra. In questo stile il sonno è considerato come una condizione mentale, quindi cosciente, in qualche modo “attiva”, e non come uno stato di totale incoscienza, tipico di quando dormiamo. Per capire meglio questo concetto, immagina la sensazione di “semi-coscienza” che provi qualche istante prima di addormentarti. 

Secondo gli studi compiuti, attraverso lo Yoga Nidra è possibile indurre questo particolare stato di “sonno”, nel quale il corpo e la mente sono in grado di rilassare le tensioni e favorire alcuni aspetti cerebrali, come la creatività, il problem solving, la diminuzione dello stress e l’aumento del rilassamento.

Diminuzione dell’ansia

Sia in ottica di prevenzione sia per gestire sensazioni di ansia in atto, lo yoga può essere estremamente benefico. Esso agisce calmando il sistema nervoso iperattivo, rilassando sia la mente che il corpo.

I risultati di una meta analisi hanno rivelato che l’Hatha yoga è un metodo promettente per il trattamento dell'ansia. 

Stimolazione delle funzioni cerebrali

Secondo diversi studi, lo yoga può stimolare le funzioni cerebrali. Ad esempio può contribuire a migliorare le funzioni esecutive, la memoria e la flessibilità mentale. Inoltre, attraverso esercizi specifici, può migliorare la capacità di focalizzarti e di concentrarsi. Tuttavia, gli effetti si sono verificati solo subito dopo l'esercizio e sono stati di breve durata.

Diminuzione dell’insonnia 

Studi scientifici hanno dimostrato che 20 minuti di yoga al giorno possono migliorare il nostro sonno. Il rilassamento generato dallo Yoga e a dalle sue tecniche ci consente di addormentarci molto più in fretta.

È stato dimostrato da molteplici studi, come questo e questo, che lo yoga migliora sia la rapidità con cui le persone si addormentano sia la profondità del sonno. Ciò è dovuto in parte al rilassamento, fisico e mentale, dopo aver praticato. 

In modo particolare, lo yoga nidra è particolarmente utile per migliorare il sonno.

Aumento della forza

Lo yoga può essere considerata anche un’attività che aiuta a sviluppare la forza. Secondo una ricerca pubblicata sull’International Journal of Behavioral Nutrition and Physical Activity, questa caratteristica rende la pratica dello yoga una forma di esercizio multimodale ovvero una forma di attività che contribuisce a migliorare molteplici aspetti della forma fisica come forza, equilibrio e flessibilità, oltre che il benessere mentale.

Posizioni come il plank, la posizione della sedia (Utkatasana), la posizione della barca (Navasana) i guerrieri I, II e III, il cammello sono indicate per l’aumento della forza.

Miglioramento della qualità della vita

L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la qualità della vita come “la percezione soggettiva che un individuo ha della propria posizione nella vita, nel contesto di una cultura e di un insieme di valori nei quali egli vive, anche in relazione ai propri obiettivi, aspettative e preoccupazioni”. 

La qualità della vita è considerato un elemento in grado di prevedere la longevità delle persone e soprattutto la probabilità di miglioramento dei pazienti con malattie croniche. Per quest’ultimi, infatti, lo yoga ha un potenziale promettente nel migliorare la qualità della vita. Anche negli anziani senza patologie lo yoga fornisce effetti benefici a tal riguardo. 

Benefici dello Yoga: dopo quanto tempo si manifestano?

La costanza nella pratica e la disciplina sono fondamentali. Solo praticando regolarmente si potrà godere di tutti i benefici dello yoga.

Conclusione

In conclusione, lo yoga è una pratica che offre innumerevoli benefici per la salute fisica e mentale.

Sebbene la ricerca sia ancora giovane (soprattutto se paragonata alla durata della pratica dello yoga), i risultati sono promettenti e confermano ciò che i praticanti dello yoga affermano da migliaia di anni: lo yoga è benefico per la nostra salute generale.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 30 MAGGIO 2024

Articoli correlati

...

Benessere

Come la supercompensazione ci aiuta a migliorare le prestazioni
...

Allenamento

Pilates: guida allo stile e inizia a praticare
...

Personal Training

Qual è il costo di un Personal Trainer?

Abbiamo a cuore la tua privacy. Usiamo i cookie per fornirti la miglior esperienza d'uso e navigazione sul nostro sito web, garantire le funzionalità tecniche e misurare la performance.
Cliccando qui puoi trovare la nostra cookie policy