Dieta detox: tra miti e benefici

Dieta detox: tra miti e benefici

Negli ultimi anni si è spesso sentito parlare di dieta detox. Viene considerata una soluzione ottimale da adottare in seguito a periodi di sregolatezza alimentare. Infatti, le diete disintossicanti rivendicano la loro capacità di purificare il corpo, eliminare le tossine e migliorare la salute delle persone.

Va sottolineato anche che il regime alimentare detox può essere seguito per un solo giorno o per circa 3 o 5 giorni, mai di più! Non è quindi una vera e propria dieta ma un insieme di accortezze alimentari da utilizzare per ridurre le scorie accumulate a causa di eccessi alimentari di un determinato periodo, come festività o vacanze e viaggi che ci hanno portati a mangiare sempre fuori.

Ma hanno davvero una base scientifica? Come funzionano? A chi servono? Possono avere degli effetti collaterali? Scopriamolo insieme.

Cosa si intende per dieta detox

Con dieta detox, come suggerisce il nome, si intende un regime alimentare che ha l’obiettivo di depurare e purificare l’organismo dalle tossine accumulate nel tempo.

Alla base di una dieta detox c’è la convinzione che alcuni alimenti, in particolare quelli processati e industriali (i cosiddetti cibi spazzatura), siano pieni di agenti tossici che se accumulati possono portare ad uno stato di malessere. Di conseguenza, è condivisa la credenza che il nostro corpo abbia bisogno di disintossicarsi periodicamente per rimanere in salute.

Questa pratica serve a ristabilire le normali condizioni fisiologiche dell’organismo, in particolare di fegato e intestino, i protagonisti maggiormente coinvolti nello smaltimento di tutti gli eccessi mangiati (o magari bevuti)

Si tratta di una dieta ipocalorica abbastanza restrittiva, sia dal punto di vista delle quantità sia della selezione di alimenti. Questo tipo di dieta può essere seguita per un minimo di un giorno fino ad un massimo di una settimana in un mese. 

I principali benefici reclamanti includono:

  1. La stimolazione del fegato ad eliminare le tossine
  2. Il miglioramento della circolazione
  3. La fornitura al corpo degli elementi nutritivi necessari

Inoltre, anche se non è finalizzata direttamente al dimagrimento, la ridotta quantità di calorie assunta con questa tipologia di dieta può comportare una riduzione del peso corporeo momentanea.

La dieta detox non è accettata dalla comunità scientifica, in quanto non esistono prove scientifiche della sua efficacia come evidenziano alcune ricerche. Ad essere criticati sono principalmente due aspetti: le reali capacità disintossicanti di questo regime alimentare e la possibilità dello stesso di indurre a carenze nutrizionali di vario tipo.

Cosa mangiare durante una dieta detox

Alimenti ammessi nei giorni di detox

La dieta detox si basa su un consumo elevato di alimenti facilmente digeribili, poveri di grassi e proteine, come frutta, verdure, cereali a basso indice glicemico come ad esempio quelli intergarli, frutta secca, semi oleosi e legumi.

Inoltre, molto spesso le diete detox prevedono l’assunzione di tisane drenati, centrifugati ed integratori. Possono essere anche inclusi periodi di digiuno più o meno prolungati.

Dunque, tra gli alimenti da preferire sono presenti:

  • Frutta fresca (come mirtilli, melograno, pompelmo, arance) e verdura di stagione (preferibilmente a foglia verde, barbabietole, finocchi, broccoli)
  • Legumi
  • Cereali integrali
  • Alimenti ricchi di potassio come frutta secca, banane, avocado

Sono considerati alimenti "disintossicanti" tutti quegli alimenti ricchi di acqua, di fibre, di vitamine, di sali minereali e di antiossidanti.

Alimenti da evitare per fare detox

Nella lista di alimenti di cui è vietato il consumo per avere massimo beneficio dalle nostre giornate di dieta detox troviamo:

  • Caffè, alimenti o altre bevande contenenti stimolanti
  • Bevande alcoliche e analcoliche
  • Zucchero (saccarosio e fruttosio) e dolcificanti
  • Sale aggiunto
  • Alimenti contenenti glutine
  • Latte e prodotti caseari
  • Grassi saturi e idrogenati 
  • Junk food e alimenti confezionati

Un esempio di dieta detox

Generalmente una dieta disintossicante si organizza in questo modo:

  • La colazione è composta da un 50% di frutta e un 50% di cereali (senza glutine). Come bevande sono consigliate il tè e il latte vegetale
  • Lo spuntino, può essere a base di frutta secca, frutta fresca o verdura
  • Il pranzo e la cena prevedono un 80% di verdure e un 20% di legumi e cereali integrali

Per condire e insaporire gli alimenti sono ammessi l'olio evo, il succo di limone e spezie di ogni tipo.

Prima di intraprendere giornate o periodi detox è importante confrontarsi con un esperto di nutrizione e farsi seguire in questo percorso da un professionista.

Benefici della dieta detox

In realtà, non c’è l'effettivo bisogno di seguire una dieta detox per disintossicare l’organismo.

Le sostanze di scarto e in eccesso vengono eliminate dal nostro corpo in modo naturale. Infatti, organi come il fegato, i reni, l’intestino, i polmoni e la cute sono preposti a svolgere tale funzione e lo fanno in totale autonomia senza bisogno del nostro intervento.

Al tempo stesso eliminare o ridurre il consumo di alcuni alimenti come i cibi processati e raffinati, l’alcol, lo zucchero e prediligere l’assunzione di frutta fresca, verdura, cereali integrali, pesce azzurro e legumi può avere solo che effetti positivi sul benessere della persona. 

Dunque, è molto più cruciale seguire una dieta sana ed equilibrata regolarmente che svolgere intere giornate disintossicanti.

Effetti collaterali del regime alimentare detox

Seguendo un regime detox si può manifestare una (più o meno cospicua) riduzione del peso corporeo, spesso dovuta più ad un depauperamento delle proteine muscolari e dell'idratazione corporea che ad un'effettiva perdita di adipe (massa grassa).

Spesso una dieta detox può provocare una serie di effetti collaterali come:

  • Stanchezza, spossatezza e mancanza di energie visto il basso apporto calorico giornaliero
  • Rischio di chetosi, privare il corpo dei nutrienti di base può stimolarlo a cercare energia dai depositi di grasso, consumando le riserve energetiche
  • Irregolarità intestinale che può verificarsi visto l'eccessivo consumano fibra e si potrebbe andare incontro a periodi di stitichezza alternati ad un'eccessiva mobilità intestinale

A chi è sconsigliata la dieta detox

È fortemente sconsigliato seguire una dieta detox a:

  • Donne incinta e in fase di allattamento perchè si tratta di un regime alimentare particolarmente restrittivo e in queste fasi della vita è necessario che l'apporto calorico sia sempre sufficiente così come le quantità di proteine, carboidrati, grassi e vitamine
  • Bambini in quanto potrebbe portare ad uno stato di denutrizione
  • Chi soffre di patologie come anemia, diabete e insufficienza renale

In ogni caso è sempre meglio consultare un medico o un nutrizionista prima di iniziare a seguire qualunque tipo di dieta.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11 GIUGNO 2024

Articoli correlati

...

Benessere

Come la supercompensazione ci aiuta a migliorare le prestazioni
...

Allenamento

Pilates: guida allo stile e inizia a praticare
...

Personal Training

Qual è il costo di un Personal Trainer?

Abbiamo a cuore la tua privacy. Usiamo i cookie per fornirti la miglior esperienza d'uso e navigazione sul nostro sito web, garantire le funzionalità tecniche e misurare la performance.
Cliccando qui puoi trovare la nostra cookie policy